Autorizzazione all'uso dei cookies

Tu sei qui

Indicatore di tempestività dei pagamenti

Indicatore tempestività pagamenti

Il DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI del 22 settembre 2014 ha definito anche le modalità di calcolo e di pubblicazione dell’indicatore annuale e, dal 2015, dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti.

Modalità di calcolo

L’indicatore di tempestività dei pagamenti e’ calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l’importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento

Definizioni

transazione commerciale” , i contratti, comunque denominati, tra imprese e pubbliche amministrazioni,che comportano, in via esclusiva o prevalente, la consegna di merci o la prestazione di servizi contro il pagamento di un prezzo;

giorni effettivi” , tutti i giorni da calendario, compresi i festivi;

“data di pagamento” , la data di trasmissione dell’ordinativo di pagamento in tesoreria;

data di scadenza” , i termini previsti dall’art. 4 del decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, come modificato dal decreto legislativo 9 novembre 2012, n. 192;

importo dovuto” , la somma da pagare entro il termine contrattuale o legale di pagamento, comprese le imposte, i dazi, le tasse o gli oneri applicabili indicati nella fattura o nella richiesta equivalente di pagamento

Periodi inesigibilità

sono esclusi dal calcolo i periodi in cui la somma era inesigibile essendo la richiesta di pagamento oggetto di contestazione o contenzioso

Indice di tempestività dei pagamenti anno 2016

Primo trimestre, 912.474,99 : 68.383,43 = 13,34 clicca qui

Terzo trimestre, -524.547,18 : 22.928,41 = -22,88 clicca qui

Quarto trimestre, -348.465,10 : 45.581,51 = -7,64 clicca qui

 

Indice di tempestività dei pagamenti anno 2015

Primo trimestre: - 125.543,64 : 22.395,75 = -5,61

Secondo trimestre: -932.567,74 : 67.864,09 = -13,74

Terzo trimestre:  -315.153,34 : 31.488,90 = -10,01

Indice annuale = - 1.373.264,72 : 121.748,74 = - 11,28

Indice di tempestività dei pagamenti 2015

Per l'anno 2014 l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg.     -1,64

 

Tale indicatore è utile ai fini del monitoraggio dei tempi di pagamento da parte delle PA. In proposito si ricorda  che il DL 66/2014 ha rafforzato l'impianto sanzionatorio collegato ai ritardi di pagamento già previsto dal D. Lgs 231/2012 di recepimento della direttiva Late Payment. In particolare il DL ha previsto il blocco delle assunzioni per le PA che registrano tempi medi di pagamento superiori a quelli previsti dalla direttiva Late Payment (di norma 30 giorni) di 90 giorni nel 2014 e di 60 giorni a partire dal 2015.

Le PA devono pubblicare, sui propri siti istituzionali, il valore dell'indice annuale entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello di riferimento, e il valore di quello trimestrale entro 30 giorni dalla conclusione del trimestre.

Indicatori tempi medi di pagamento (art. 9 DPCM 22/09/2014)

Anno 2014

Indice I trimestre =

Indice II trimestre =

Indice III trimestre =   -26.589,67 : 16.242,16 = -1,64

Indice IV trimestre =

Indice annuale -26.589,67 : 16.242,16 = -1,64

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

Responsabile Sito

prof. Gianpiero Megna